Sydney Thompson
Staff Writer

PC: Sydney Thompson

La notizia è diventata sempre più importante per la popolazione americana. Durante le elezioni del 2016, è stato coniato il termine “notizie false”, descrivendo articoli usati come propaganda per la politica che contenevano quantità significative di informazioni false. Questi articoli hanno portato la consapevolezza al pubblico degli errori che i giornalisti possono fare e l’inaffidabilità occasionale di notizie su Internet.

Alcuni americani non ritengono che il giornalismo moderno sia affidabile a causa delle notizie false e dei pregiudizi che diverse organizzazioni televisive e di notizie online hanno nel loro lavoro. Alcune organizzazioni, come la CNN, hanno una storia di commettere errori nelle loro notizie che sono state presentate online per prime.

Questi errori, tuttavia, non sono stati fatti nel vuoto. Precisione nel giornalismo nell’era di Internet è diventato sempre più difficile. I cambiamenti diretti nel modo in cui opera l’industria sono stati causati da Internet e possono portare a errori commessi.

Secondo l’intervista del giornalista di ‘Le Monde’ Yves Eudes a’ The Guardian’, i social media hanno avuto il maggiore impatto sul giornalismo moderno. L’uso di SnapChat, Twitter e YouTube consente di account in prima persona che sono veloci a seguire l’evento coperto e sono facili da scoprire.

Tuttavia, Eudes mette in guardia anche contro i giornalisti che fanno troppo affidamento sulla copertura Internet degli eventi.

“I testimoni in prima persona non possono vedere le grandi immagini.”Dice Eudes.

I social media consentono anche una rapida distribuzione delle notizie che vengono fatte. Secondo l’articolo di David Squire, “Effetto dei social media sul giornalismo”, Squire spiega che chiunque può condividerlo rapidamente e gratuitamente, facendo sì che le notizie abbiano una diffusione più ampia rispetto al giornalismo puramente cartaceo o persino alle notizie televisive. Questo può portare a problemi di per sé, però.

A causa della diffusione delle notizie da parte di terzi, possono diffonderle con tag o didascalie che non ritraggono correttamente il materiale. Questo può creare un gioco di telefono, in cui l’intenzione e il materiale dell’articolo originale sono intrecciati in qualcosa che non è.

C’è anche il pericolo che la disinformazione sia nell’articolo o nel titolo stesso. A causa del ciclo di notizie di 24 ore, le società di notizie corrono per ottenere la notizia il prima possibile dopo che si verifica un evento, come sostiene Eudes. Questa gara fa sì che parti delle notizie siano trascurate. È più probabile che vengano commessi errori, in fretta di pubblicare materiale.

Questo diventa particolarmente disastroso se combinato con i social media. Con il tasso rapido che terze parti possono trasmettere informazioni, come discusso sopra, gli errori hanno conseguenze più ampie. Internet è tristemente noto per non dimenticare mai, quindi l’errore non può mai veramente scomparire.

C’è anche il problema che quando viene fatta una ritrazione, non viene diffusa con lo stesso fervore dell’articolo originale.

Un altro grave problema che Internet ha causato con il giornalismo ha a che fare con i titoli degli articoli. Poiché la maggior parte dei siti Web vengono eseguiti sui ricavi pubblicitari in base al numero di clic ottenuti, è prioritario ottenere clic sulla pagina.

Questo risultato è ottenuto attraverso grafica accattivante e titoli. Tuttavia questi titoli possono anche essere fuorvianti o esagerato ciò che viene descritto in questo articolo. Questo è ciò che è noto come ” clickbait.”

Questo può diventare dannoso per l’industria quando solo il titolo e il link sono condivisi sui social media. Gli spettatori sono fuorvianti dal titolo e possono farne una controversia perché non leggono l’articolo, che può avere informazioni che scongiurano gli aspetti fuorvianti del titolo.

L’industria del giornalismo in molti modi è ancora in uno stato di transizione per quanto riguarda Internet. Questi problemi richiederanno soluzioni dedicate da parte dei giornalisti e dei consumatori. Fact-checking siti web come Snopes sono utili per i consumatori a scoprire la verità e mantenere i giornalisti responsabili.

Tuttavia, il giornalismo è anche aiutato da Internet. Eudes dice che c’è più consapevolezza delle notizie più piccole. Commentatore britannico e personalità radiofonica Paul Mason, ha dichiarato in un’intervista con ‘The Guardian’, che ci sono fonti più approfondite che consentono una maggiore libertà nella direzione di storie possono essere prese.

I giornalisti sono sempre più importanti nel clima politico moderno, rendendo vitale che l’industria apporti i cambiamenti di cui ha bisogno in modo che le notizie possano rimanere affidabili e accurate. Cosa riserva il futuro nell’era digitale per il giornalismo?

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.