Vuoi mantenere il vostro yoga durante il viaggio?

Gli amanti dello yoga non disperano. Non c’è motivo di evitare la vostra pratica quando si viaggia!

Infatti, mantenere una pratica sulla strada può essere un ottimo modo per incontrare persone e imparare di più yoga. E se i fondi permettono di viaggiare ti permette di sperimentare lezioni in luoghi incredibili e inaspettati.

Tuttavia, anche se non sei sicuro della prossima volta che vedrai un tappetino yoga “autentico”, non devi lasciare la tua pratica, o portare in giro attrezzi fantasiosi a cui potresti essere stato abituato a casa per ottenere il tuo yoga durante il viaggio.

Ecco cinque consigli di viaggio per qualsiasi yogi, siano essi un principiante o un esperto, per mantenere una solida pratica yoga sulla strada.

yoga

Viaggiare Yoga: Suggerimenti per lo Yoga in movimento

Un paio di pantaloni di yoga è tutto ciò che serve

Diverse persone amano indossare diversi tipi di abbigliamento per lo yoga, ma il consenso sembra essere che tutti scelgono abbigliamento comodo, Detto questo, investire in un paio di decente, capris allenamento consente di risparmiare prezioso spazio di imballaggio. Questi pantaloni possono essere lavati rapidamente ovunque, si asciugano rapidamente e, come bonus aggiuntivo, puoi prenderne un paio da un discount prima di andare all’estero; non c’è bisogno di nomi di fantasia, basta trovare qualcosa che si adatti e in cui ti sentirai a tuo agio.

Double Up

Dimenticare imballaggio yoga cinghie, blocchi, e tutti gli oggetti ingombranti. Se usi una cinghia per i tratti, una sciarpa o un calzino al ginocchio ti aiuteranno in qualsiasi posa che non riesci a gestire. Per sostituire un blocco, prova uno scarpone da trekking o una scarpa da corsa, suola laterale verso il basso, che fornirà una superficie stabile per la tua mano.

E quando tutto il resto fallisce, guardati intorno al tuo ostello – un libro pesante può aiutare con la stabilità, una coperta arrotolata può servire come cuscino per la meditazione e un cuscino può essere usato per aiutare a raggiungere pose più riparatrici. Basta usare la vostra immaginazione – e risparmiare spazio nel vostro zaino.

photo-1463214551910-9d4d4e4ee844

Yoga durante il viaggio-Lasciare il tappetino a casa

Disclaimer-Non sto dicendo che è una grande idea di praticare senza alcuna superficie tra voi e il pavimento, ma se siete abbastanza sicuri se la vostra stabilità, con tutti i mezzi andare per esso.

Fondamentalmente, una stuoia di yoga fornisce una superficie per aiutare a grip. Ho scoperto che è anche un po ‘ più bello di un tappeto lordo, ma ci sono alcuni giorni in cui le mie mani scivolano anche sul mio tappeto. Quindi, non è essenziale per lo yoga. Ciò che è essenziale è un tampone tra te e il pavimento, se lo desideri.

Dal momento che, a me, sembra un po ‘ batty per imballare un tappetino yoga, si può certamente trovare fonti alternative di superficie letteralmente ovunque. Per esempio, un grande asciugamano – Ho fatto questo in camere d’albergo semplicemente per non avere la mia faccia sul pavimento – un foglio, e, il mio preferito, il vostro letto o materassino da campeggio. La chiave qui è essere flessibile (gioco di parole) e semplicemente andare con il flusso.

E, onestamente, non c’è niente come fare yoga sull’erba o sulla sabbia calda se è lì che ti trovi. Barriera non necessaria.

photo-1445384763658-0400939829cd

Le lezioni di yoga portatili sono ottime per i viaggiatori

È probabile che, se viaggi con un budget limitato, pagare le lezioni di yoga in tutto il mondo possa essere una spesa estranea ma potenzialmente vantaggiosa. I praticanti regolari, tuttavia, possono permetterselo solo una volta ogni tanto.

Fortunatamente, ci sono una pletora di podcast che delineano le classi e si adattano perfettamente a qualsiasi telefono o tablet tu scelga di portare. Solo alla ricerca di “yoga class” restituisce un sacco di classi per soddisfare diversi tipi di pratica e personalità, e se si scarica un sacco di episodi prima della partenza e di aggiornamento, mentre sul wifi locale, avrete una classe, letteralmente, a portata di mano sempre e ovunque, che può essere essenziale per la pratica dello yoga quando si viaggia.

Non essere timido

Se vuoi connetterti o esercitarti con altri yogi per avere quell’esperienza simile alla classe, parla! La bellezza del viaggio è che non si sa mai chi si sta per incontrare; qualcuno potrebbe essere un insegnante di yoga e condurre una classe di gruppo al vostro ostello. Un’altra persona potrebbe avere un amico in un’altra città che può ospitare e farvi conoscere un altro insegnante, studio o un posto dove stare – – o anche trovare lavoro per qualche tempo.

E potresti anche imparare un po ‘ di più su te stesso e sulla tua pratica parlando con gli altri, praticando con gli altri e mantenendo sempre una mente aperta.

Hai praticato yoga durante il viaggio? Qual è stata la tua esperienza? Fatecelo sapere!

 Consigli di yoga per i viaggiatori

4a261e74c50710a39d25f25688b67c62

Miriam Lamey è una scrittura di New York, in esecuzione, praticante di yoga, che crede in equilibrio e abbracciare il momento. Un giorno, lei vuole visitare Barcellona, Bretagna, e Bali, forse in questo ordine. Lei blog all’interno e senza ed è su Twitter @ mirseven.

Vuoi unirti al team Just a Pack?

Hai una storia di viaggio che stai morendo dalla voglia di scrivere e pubblicare? Ti consideri un esperto in un dato luogo? Hai mai desiderato scrivere una guida per il tuo quartiere, città o paese? Vuoi imparare a diventare uno scrittore di viaggi? Se sei interessato controlla la nostra pagina di presentazione dedicata per maggiori dettagli.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.