Risposta: Giovanni Battista ha fatto alcune dichiarazioni audaci durante il suo ministero: Matteo 3: 1-3, “In quei giorni Giovanni Battista è venuto a predicare nel deserto della Giudea, e dicendo:’ Pentitevi, per il regno dei cieli è vicino!’Poiché questo è colui di cui fu parlato dal profeta Isaia, dicendo: ‘La voce di uno che grida nel deserto: “Prepara la via del Signore; raddrizza i suoi sentieri.”‘”

Entrare nel Regno di Dio è un processo, e inizia con il PENTIMENTO. Sarà sempre facile? No. Sappiamo che Cristo ha sofferto terribilmente, immeritatamente. Così anche noi, che non possiamo avvicinarci a rivendicare la dignità di Cristo, dobbiamo essere pronti a soffrire. Considerate ciò che scrisse l’apostolo Paolo, che siamo figli di Dio, ” e se figli, allora eredi heirs eredi di Dio e coeredi di Cristo, se davvero soffriamo con Lui, affinché anche noi siamo glorificati insieme. Poiché ritengo che le sofferenze di questo tempo presente non siano degne di essere paragonate alla gloria che sarà rivelata in noi” (Romani 8:17-18).

La Bibbia dice che coloro che sono fedeli al loro Salvatore, Gesù Cristo, serviranno sotto di Lui nel futuro Regno di Dio qui sulla terra. Non dovremmo aspettarci che questo sia una sorta di processo” automatico ” in cui diciamo semplicemente di amare Gesù e quindi di guadagnare un posto nel Suo Regno. Cristo ci ha detto: “Non chiunque Mi dice: Signore, Signore, entrerà nel regno dei cieli, ma chi fa la volontà del Padre mio che è nei cieli “(Matteo 7:21).

Ma possiamo anche trarre conforto dalle parole di Cristo: “Poiché il Mio giogo è facile e il Mio peso è leggero” (Matteo 11:30). La nostra sofferenza sarà nulla in confronto a quella di Cristo. E ne vale la pena! Dio vi vuole nel Suo Regno, ” perché camminiate degni di Dio che vi chiama nel Suo regno e nella Sua gloria.”(1 Tessalonicesi 2: 12).

Obbedite a Dio, sopportate le prove man mano che vengono, e potete entrare non solo nel Regno di Dio, ma anche nella Sua gloria!

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.