X

Privacy&Cookie

Questo sito utilizza cookie. Continuando, accetti il loro utilizzo. Ulteriori informazioni, tra cui come controllare i cookie.

Capito!

Pubblicità
Royal Menagerie

Royal Menagerie

All’inizio

Zoo: un’istituzione in cui gli animali viventi sono esposti in cattività.

Come siamo arrivati al moderno zoo di oggi? Tutto è iniziato migliaia di anni fa. Le antiche civiltà della Mesopotamia, dell’Egitto e della Cina hanno ottenuto collezioni di animali selvatici. Il primo zoo dell’Egitto fu fondato a Tebe intorno al 1490 a.C. dalla regina Hatshepsut. L’Europa medievale continuò la tradizione di mantenere collezioni di animali selvatici da parte di alcuni monarchi, monasteri e comuni. Queste erano principalmente collezioni private chiamate serragli. L’evoluzione da serraglio a istituzione pubblica ha segnato l’inizio dell’attuale concetto di zoo.

La parola zoologia deriva dalle parole greche ‘sion’, che significa ‘animale’ e ‘logos’, che significa ‘conoscenza’. L’abbreviazione zoo non apparve fino a quando la Gran Bretagna lo usò nel 1847 per lo zoo di Clifton. Il termine zoo non è entrato in uso fino al 19 ° secolo con l’attuale concetto di zoo. Il più antico zoo esistente è il Tiergarten Schönbrunn di Vienna, fondato dalla monarchia asburgica nel 1752.

Nel corso del 1970 alcuni zoo hanno iniziato a fare della conservazione il loro ruolo principale, con la discussione guidata da Gerald Durrel dello Zoo di Jersey, George Rabb dello zoo di Brookfield e William Conway dello zoo del Bronx. Ora i parchi zoologici di tutto il mondo sono impiegati in programmi di allevamento in cattività, studi di conservazione e programmi di sensibilizzazione educativa.

 Gorilla Kingdom

Western lowland gorilla yard dello Zoo di Londra

Diverse forme & Dimensioni

Ci sono molti tipi di zoo, che vanno in forme, dimensioni e anche attrazioni.

Il primo è lo zoo urbano, basato all’interno di città o aree urbanizzate e sono una tradizione del concetto di zoo del 19 ° secolo. Un famoso zoo urbano è lo zoo di Anversa in Belgio.

Il prossimo tipo di zoo è lo zoo a raggio aperto. Questi sono stati stabiliti fin dai primi anni 1930 in un ambiente rurale. Nello zoo open-range meno specie sono in mostra, ma quelli che sono hanno recinti più considerevoli. Il prototipo era il Whipsnade Park in Inghilterra. In termini di dimensioni, il più grande zoo, a 1.800 acri, è il San Diego Wild Animal Park.

I parchi safari sono attrazioni turistiche commerciali simili a zoo. Questi sono stati istituiti tra il 1966 e il 1975 dove il visitatore poteva guidare i propri veicoli per vedere la fauna selvatica in un ambiente aperto. Un esempio di questo è African Lion Safari in Ontario, Canada.

Poi ci sono parchi a tema animali che sono una combinazione di parco divertimenti e zoo. Questi sono simili agli zoo open-range in base alle dimensioni, ma differiscono nell’intenzione e nell’aspetto. Alcuni esempi sono Sea World, Marineland, Busch Gardens e Disney’s Animal Kingdom.

Il quinto tipo è salvataggi e santuari. Questi sono di solito finanziati da sostenitori del benessere degli animali. Un altro tipo di santuario prende la forma di un centro di riabilitazione e rilascio. L’Idaho Black Bear Rehab Center si prende cura dei cuccioli di orso orfani e li prepara per il rilascio in natura. Un altro esempio è Monkey World in Inghilterra, che è stato istituito nel 1987 con l’intenzione di fornire una casa per gli scimpanzé abusati utilizzati dai fotografi di spiaggia spagnoli, ma ora ospita molte specie di primati.

Lo zoo è il prossimo sulla nostra lista. Questi presentano una combinazione di animali domestici e specie selvatiche che sono abbastanza docili da essere toccati e nutriti dal pubblico.

Poi ci sono acquari. Nel 1853 lo Zoo di Londra aprì il primo acquario pubblico. Gli acquari si sono evoluti non solo per ospitare pesci e vita marina, ma anche animali come pinguini e lontre che vivono dentro e intorno all’acqua. Con quasi il 71% del pianeta Terra essere coperto in acquari d’acqua sono davvero iniziando a impressionare il problema della conservazione dell’acqua per le persone e la fauna selvatica.

Infine è lo zoo specializzato. Questi zoo sono specializzati in gruppi specifici di animali come un parco di uccelli o voliera, zoo di rettili o zoo di farfalle.

Snowdon Aviary

London Zoo’s walk-through Aviary

Expositing Enrichment

Lo sviluppo dell’alloggiamento di animali esotici negli zoo è progredito drammaticamente da pozzi, gabbie di barre di metallo e paddock recintati o in cemento. Ora questi vengono sostituiti con recinti più grandi che tentano di riprodurre l’habitat naturale dell’animale. Sono finite le nozioni semplicistiche del bisogno di un animale solo di cibo, acqua e riparo, sostituite con idee più ampie di nutrimento per il corpo e la mente.

Arricchimento è disponibile in molte forme, arricchimento per i visitatori che utilizzano habitat naturali realistici così come l’immersione del paesaggio. Ma l’arricchimento è anche ora un must per gli abitanti dello zoo. L’arricchimento migliora la vita quotidiana degli animali ad esempio; arricchendo i loro corpi con strutture da scalare, la loro salute con una dieta varia e le loro menti utilizzando le tecniche di cui sopra, oltre a foraggiare cibo, allenamento e interazione con altre specie.

All’inizio del xx secolo Carl Hagenbeck sviluppò una nuova forma di esposizione. Ha basato mostre su habitat ecologici e geografici, con recinti divisi da fossati non visibili al pubblico. I recinti successivi erano più alti di quello di fronte, dando al pubblico l’impressione di vedere gli animali insieme in un unico habitat naturale. Un esempio di questo sistema è il Woodland Park Zoo di Seattle, Washington.

Non solo fornire un ambiente più naturale consente di arricchire gli animali in cattività, ma è anche più attraente per gli ospiti dello zoo. “Landscape immersion” combina l’imitazione naturalistica e realistica degli habitat naturali con le esigenze ambientali degli animali. Questo concetto ha preso il volo durante il 1980 e ha cambiato la politica di progettazione di custodie. L’immersione paesaggistica si riferisce a recinti con edifici e barriere nascoste alla vista, oltre a recinti e voliere walk-through e edifici speciali allestiti per specie notturne.

Tutti questi cambiamenti richiedono spese finanziarie e tecniche straordinarie, ma sempre più zoo si sforzano di fornire la migliore esperienza per gli ospiti e gli animali.

Gli zoo hanno fatto molta strada dai serragli egiziani, ma gli zoo, il loro personale, lo specialista della fauna selvatica e gli scienziati stanno costantemente lottando per migliorare la vita dei loro animali, migliorare l’esperienza dei loro ospiti e spingere l’importanza della conservazione. Con i parchi zoologici del Nord America che ricevono più visitatori ogni anno rispetto ai giochi di calcio, baseball e hockey combinati, avrai sicuramente un sacco di compagnia in cui scegli lo zoo.

Pubblicità

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.